fbpx
Il Museo del Baco da Seta di San Giacomo di Veglia
By admin

Il Museo del Baco da Seta di San Giacomo di Veglia

A San Giacomo di Veglia (Vittorio Veneto), c’è un bellissimo museo all’interno di un’ex filanda: il Museo del baco da seta. Ci siamo state prima della pandemia e ne siamo rimaste molto colpite. Non avremmo mai pensato di imparare così tanto e di rivivere così vividamente la vita di secoli fa: è stato come fare un viaggio nel tempo e ritrovare nonne e bisnonne e tutte le lavoratrici della seta delle Prealpi e delle nostre montagne.

Commovente. Toccante e intensa anche la dedica del museo: alle donne, appunto, che si sono votate a questo impegnativo lavoro per produrre tessuti meravigliosi che ancora circolano di famiglia in famiglia, di casa in casa, da madre a figlia, da dote a dote…

Eh, sì, pure io, che sono una donna e una donna ho sposato, ho portato a mia moglie la dote con lenzuola, asciugamani, copriletto, tovaglie e tovaglioli, strofinacci, presine, centrotavola e quanto più le mie nonne e la mia mamma (la cui povertà io rivendico come un vanto) hanno ricamato e tessuto per loro e per me; talmente tanta roba che la mia consorte non sapeva dove metterla. Un giorno ha steso sul nostro letto il copriletto interamente ricamato dalla mia nonna materna, che ci mise un decennio a terminarlo e andò tessendolo a mano fino a un mese prima di morire, con le ultime forze; scoppiai a piangere, ovviamente, ricordando l’amore e il lavoro immane che aveva fatto per me.

Ecco, questo museo vi riporterà dalle donne che filavano, tessevano, si prendevano cura dei ‘cavalieri’ (così erano chiamati i bachi, talmente erano importanti) al fine di contribuire alla felicità e, ovviamente, all’abbigliamento di altre persone. Chi ama le tradizioni, la memoria del popolo e, soprattutto, le nonne e le bisnonne non può non visitare il museo. Vi sono anche riproduzioni di stanze di un tempo, attrezzi, macchinari originali (alcuni impressionanti), tessuti e pannelli esplicativi.

E le mani. Le mani delle donne. Belle come niente altro al mondo anche quando, per il troppo lavoro e la vecchiaia, diventano brutte. A tutte le donne che ci hanno dato la seta: grazie ❤️

  • No Comments
  • Giugno 24, 2022

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.